A volte ritornano……


Immagine

Oppure….”I haven’t had my first cigarette yet don’t make me kill you!”……ma che cavolo sto dicendo?? Ho smesso di fumare da due anni e mezzo, con successo pensavo….anzi ho sempre detto “è un miracolo”!! Eh si perché fino a due anni e mezzo fa non era giorno senza caffè e sigaretta…anzi per dirla tutta….prima sigaretta e poi caffè….e dopo il caffè un’altra sigaretta perché si sa che caffè e sigaretta vanno in coppia….nel mio caso andavano anche in tre o quattro…..

Persino il mio compagno (fumatore pure lui) mi diceva “ma come fai a svegliarti la mattina e per prima cosa mettere in bocca una sigaretta? Io non ce la farei proprio!”…..e che ne so…rispondevo io…è così….ne ho bisogno….

E lo facevo quando la mia malattia era in attivo (ho il morbo di Crohn) e credo che il mio intestino già fortemente compromesso gridava pietà e vendetta….e il gastroenterologo minacciava colonscopie….

Non potevo ascoltare niente e nessuno….non era il momento….

Poi due anni e mezzo fa l’intervento di resezione intestinale che mi ha rimesso in piedi….la consapevolezza che il fumo mi avrebbe riportato alla recidiva praticamente subito….così ho pensato a tutte le sofferenze degli anni passati a star male,  alla pesantezza di un eventuale altro intervento o in alternativa a cure che non sono esattamente una passeggiata….e poi ho pensato a quanti soldi ho sempre bruciato e a quello che avrei potuto fare con quelli che avrei risparmiato…..

HO SMESSO DI FUMARE…..

E l’ho fatto proprio bene….che quando il mio compagno fuma dico “dai stammi alla larga che puzza mi dai fastidio!!” “….e non fumare sulla mia macchina!!”

L’ho fatto tanto bene che quando amici e colleghi fumano li guardo con distacco come se fossi stata sempre una NON fumatrice (così ci dobbiamo considerare secondo il famoso libro “E’ facile smettere di fumare se sai come farlo”che ho letto e mi è stato anche di aiuto!) e non una EX fumatrice.

L’ha fatto tanto bene che…..

…..da qualche settimana sto ripensando alla sigaretta…..a quella del mattino dopo il caffè, a quella con un’amica quando fai due chiacchiere leggere, a quella della notte quando non riesci a dormire, ma soprattutto a quella di quando ti viene da piangere e ad ogni tiro ti sembra di mandare giù meglio quel dolore così difficile da ingoiare…..

Questa è la peggiore da dimenticare…maledetta me!

Però non ne ho toccata nemmeno una eh, ma la vivo comunque come una mezza sconfitta….ero così orgogliosa proprio perché non ci pensavo più! Questa era la vera vittoria!

Ora penso di essere una ex fumatrice e non una NON fumatrice e anche il libro dice che così non si è veramente fuori e il passo a tornare fumatrici è breve….

Può essere…..spero proprio di no….nel frattempo io continuo a non fumare, ma riprenderò il libro e lo rileggerò per rafforzare le mie convinzioni…..per lo meno leggere un libro male non farà…..spero…

Immagine

Annunci

13 thoughts on “A volte ritornano……

  1. Mi chiedo… Perché vivere come una sconfitta il fatto che sia tornato un pensiero?
    I pensieri viaggiano nella nostra mente. Basta un richiamo nella vita di ogni giorno per rievocare ricordi e sensazioni.
    Semmai, è una vittoria ancora più grande l’aver resistito di nuovo, l’aver evitato una ricaduta.
    Pensaci… 😉

    Mi piace

    1. E’ vero ti do ragione sul fatto che è una vittoria l’aver resistito ora a non rimettermi di nuovo la sigaretta in bocca….ok non c’è dubbio! Ma…c’è un “ma” grande quanto una casa….io in questi due anni e mezzo NON ho resistito….non so se mi spiego….non c’era forzatura nel mio non fumare…ero estranea alle sigarette…come chi non ha mai fumato….ora in certi momenti invece “resisto”….è qui che sta la mia retrocessione e la mia mezza sconfitta….logico…mezza perché comunque non ho fumato….e quindi c’è sempre una mezza vittoria….
      Spero che riesca a farti capire cosa voglio dirti…se sei stato un fumatore non ci può essere il “mezzo”….e i pensieri che viaggiano nella mente possono farti muovere la mano verso il pacchetto e dopo che te ne sei messa una in bocca non ti fermi di nuovo più….Non voglio “resistere” voglio NON pensarci mai più! Spero di averti fatto capire il mio pensiero! Grazie 🙂

      Mi piace

      1. Oh, ti sei spiegata benissimo.
        Forse sono io che non ci sono riuscita.

        Io sono stata una fumatrice.
        Capisco benissimo quella specie di “nostalgia” per certi rituali (serate, concerti, notti, amicizie, condivisioni di pensieri, riflessioni…)
        La differenza è che io non pretendo di non pensarci più. Io sorrido con tenerezza alla Paola del passato che fumava e con orgoglio alla Paola del presente che passa oltre.

        Semmai, la questione è: “da dove nasce questa esigenza di “non” pensarci?”
        Chiaramente risponde ad una tua specifica necessità. E’ un’ansia di controllo che probabilmente si manifesta anche in altri ambiti della vita.

        Comunque, ricorda che un obiettivo non può essere formulato in negativo.
        “Voglio non pensarci mai più” ti porta proprio a pensarci.
        Invece di dire “voglio non pensarci mai più”, potresti dire “io voglio…” 😉

        Mi piace

      2. Aspetta….non è che io prima non pensassi più a me quando fumavo,ho fumato per più di quindici anni…praticamente mezza vita…impossibile dimenticare e non pensarci, anche se uno volesse! Io ho sempre pensato e parlato di me fumatrice,ero io,la mia quotidianità,con i “smetti di fumare che ti fa male”, l’ansia delle ultime due sigarette nel pacchetto e i “nooo che nervi ho lasciato l’accendino a casa!!!” Ricordo tutto questo e anch’io sorrido ripensando ad allora e sono sollevata pensando alla liberazione dalla schiavitù e alla serenità e alla salute di adesso!
        Quello che ti sto dicendo è che io non rinnego me fumatrice, assolutamente. Quello a cui io non voglio pensare non è me che fumavo, io non voglio avere il desiderio di farlo, perchè fino a qualche tempo fa questo desiderio NON c’era! Questo intendo per “non pensarci più”!NON pensare più alla sigaretta!!…Come vedi è un vizio quello di formulare obiettivi in negativo con un bel NON davanti… vediamo come posso rimediare…”Io voglio dimenticare il desiderio di fumare!”…ecco l’obiettivo! 😉

        Mi piace

      3. Ma noooooo…
        Ci sei ricascata di nuovo, mannaggia a te! 😉
        “Dimenticare” è un’altra negazione.

        Prova così: “a cosa vorrei pensare invece che al desiderio fumare?” “Invece che al desiderio di fumare vorrei pensare a… a… a… a…”

        Mi piace

      4. E’ vero è un’altra negazione!!….ma io le sigarette le NEGO!!! 😀 Ok hai ragione, ma quello che dici tu lo sto già facendo, e riesco bene a pensare ad altro difatti vedi che non fumo, semplicemente mi innervosisce il fatto che dopo tutto questo tempo(che in realtà potrebbe sembrare poco, ma per chi è stato fumatore non lo è) mi sia tornato il desiderio quando ero convinta di non provarlo più.
        Non so se hai mai letto il libro che ho citato, naturalmente può essere condivisibile o meno, ma io lo avevo trovato molto positivo e mi aveva aiutato. Se non lo hai mai letto, un giorno se ti va leggilo, così come un’altra lettura, per curiosità. Io non sono capace di spiegartelo bene…..e il perché della mia mezza sconfitta. Comunque grazie per cercare di allontanarmi dalle negazioni 😉

        Mi piace

      5. Tieni presente che ogni pensiero ritorna perché porta con sé un vantaggio.
        E quel vantaggio è così nascosto da negarne l’esistenza.

        Per intenderci, se ti chiedessi che vantaggio hai dal ritorno di quel desiderio, tu mi risponderesti (posso metterci la mano sul fuoco!):

        “nessuno! Anzi, mi innervosisco! Che vantaggio è?”

        Eppure c’è, altrimenti non sarebbe tornato.
        Ma queste sono dinamiche individuali che non possono essere affrontate e superate in un contesto pubblico come questo.

        Stammi bene! 🙂

        Mi piace

      6. Si la risposta sarebbe sicuramente quella! Per capire il vantaggio del ritorno di quel pensiero ci devo lavorare su…ma hai ragione sono dinamiche che qui ora non sono affrontabili, però è un punto di vista nuovo che comunque mi porta a riflettere. Grazie e stai bene anche tu! 🙂

        Mi piace

    1. Grazie , la stessa cosa mi ha detto Paola Fantini. In quei momenti passo sicuramente oltre, la mia forse è solo paura di ricascarci….e io proprio NON devo, anche perchè smettere un’altra volta sarebbe decisamente più difficile! Comunque grazie del sostegno mi aiuta a rafforzarmi! 🙂

      Mi piace

  2. Le mezze sconfitte sono le premesse per la vittoria finale.
    Nulla è semplice nella vita e tu, per quello che ho letto, a piccoli passi stai affrontando la “bestia” a viso scoperto, senza nasconderti dietro false verità
    Io fumavo qualche sigaretta e neanche mi piaceva, solo per darmi un tono con le amiche che fumavano tanto
    Oggi ripensandoci, mi sento una emerita cretina. Forza, la guerra si vince anche con qualche sconfitta.
    E certe sconfitte servono a forgiare carattere e buona volontà.
    In bocca al lupo
    Baci da Mistral

    Mi piace

    1. Grazie Mistral! La mia battaglia continua direi con successo perchè non ho più toccato sigarette e a marzo dovrei festeggiare i miei tre anni senza la “bestia”! Si hai ragione le sconfitte servono a rafforzare….io fumavo con convinzione e al contrario tuo mi piaceva fumare ed era la mia “coperta di Linus”…solo questo mi torna in mente e un po’ mi manca…..ma l’idea di rimettere la sigaretta in bocca in realtà mi nausea…..quindi direi che sono sempre sulla buona strada e ne sono felice….la mia salute e il mio portafoglio ringraziano calorosamente!!! 😀
      Buona domenica Mistral!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...